Ciao mi chiamo Isa, sono sposata e ho 4 bei pelosoni. Whisky , Sissi, Pimpa e Sophie. Abitiamo in 80 mq. d'amore. Un mondo pieno di amici, di favole e di tanta magia.
(per vedere i miei ricami visitate anche il mio secondo blog, trovate l'indirizzo qui a fianco)

immagini ...

immagini ...

giovedì 19 aprile 2012

BRRR....

CIAO AMICI, ALLORA QUI PIOVE ANCORA, ORMAI NON SE NE PUò PIù DI QUESTO TEMPACCIO, LO SO CH EPOI MI LAMENTERò ANCHE DEL CALDO, MA ADESSO PER ESSERE APRILE FA TROPPO FREDDDDOOOOOOO!!!!


         

IO POI SONO FREDDOLOSA SEMPRE, FIGURIAMOCI .... E PER FORTUNA CHE ANCORA I COLORIFERI NON LI HANNO SPENTI, COSì CI STO TUTTO IL TEMPO APPICCICATA....HI HI HI.... 
      ANCHE I PELOSONI SE NE STANNO RANNICCHIATI CON LE COPERTINE INTORNO .


Ti svegli già stanco? Prova il luppolo


Ti svegli già stanco? Prova il luppolo
Con quest’aromatica pianta calmante si preparano infusi e capsule che combattono l’insonnia di primavera e i cali immunitarI
Il luppolo, vegetale spontaneo noto fin dai tempi dei Sumeri contiene una miriade di principi attivi, molti dei quali aromatici. I suoi costituenti principali sono infatti oli essenziali, aldeidi, esteri, tannini, ma anche sali minerali, sostanze amare quali umulone e lupulone, e flavonoidi dall’azione antiossidante.

In primo luogo il luppolo viene utilizzato per il trattamento dell’insonnia di origine nervosa, contro gli stati di ipereccitabilità e di tensione: in primavera, tutti attraversiamo momenti di stress durante i quali possiamo soffrire di insonnia, oppure riposare male; un riposo insufficiente è causa di ulteriore stanchezza e può portare anche a una riduzione delle difese immunitarie. In questi casi si può approfittare dell’effetto sedativo del luppolo, che sembra sia dovuto al prodotto di ossidazione dell’umulone e del lupulone.

Bevilo in tazza o prendilo in opercoli
Per cercare di ovviare alla stanchezza tipica del periodo, possiamo preparare in casa un infuso di coni di luppolo, da bere tutte le sere, per almeno una settimana, magari dolcificando con miele di tiglio o di fiori d’arancio, che potenziano l’azione rilassante e sedativa dell’infuso.

Si prepara versando 250 ml di acqua bollente su 5 g di coni di luppolo (in erboristeria, ma si trova fresco anche in campagna) e lasciando riposare per 10 minuti. Poi si filtra e se ne consumano due tazze al giorno a digiuno, pomeriggio e sera.

L’alternativa. Si può preparare un altro infuso con 20 g di coni di luppolo, 50 g di fiori di camomilla, 20 g di passiflora, 10 g di petali di papavero selvatico. Si miscelano le erbe e se ne prendono due cucchiai sui quali verseremo 100 ml di acqua bollente. Si filtra e si beve la sera, con poco miele.

Il luppolo esiste anche in estratto secco: un opercolo la sera, prima di coricarsi.


8 commenti:

  1. Bellissima la nuova grafica del tuo blog!Io sto usando le tisane con l'ortica ed il finocchio,mi trovo benissimo!Cosa mi consigli per la depurazione di fegato,bile..credo che tu apprezzi molto l'erboristeria,un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Bel vestitino al tuo blog. Anche qui fa freddo e non vedo l'ora che finisca perchè sono stanca di lana.....
    Un bacione
    Elsa

    RispondiElimina
  3. anche qua piove e fa freddo e son chiusa in casa .inoltre avevo lavato x bene i vetri pochi giorni fa

    RispondiElimina
  4. anche qui piove, nuvoloso...e soprattutto freddo! uff...ma quando arriva la primavera??
    baci Baci

    RispondiElimina
  5. qui sta scendendo acqua mista a neve........

    RispondiElimina
  6. cara isa,ti ho assegnato un premio !
    http://rajalacagnolina.blogspot.it/2012/04/tanti-premi.html

    RispondiElimina
  7. ciao isa si questo tempo schifoso e freddo non finisce piu', anch'io soffro molto il freddo ma anche il troppo caldo, una via di mezzo possiamo averla?
    Grazie per le indicazioni del luppolo, buon week end a presto rosa,))

    RispondiElimina
  8. il luppolo non lo conoscevo per queste proprietà, in questa stagione mi consigliano sempre il ginseng, ma ora proverò a cambiare, speriamo sia utile, grazie :)

    RispondiElimina