Ciao mi chiamo Isa, sono sposata e ho 4 bei pelosoni. Whisky , Sissi, Pimpa e Sophie. Abitiamo in 80 mq. d'amore. Un mondo pieno di amici, di favole e di tanta magia.
(per vedere i miei ricami visitate anche il mio secondo blog, trovate l'indirizzo qui a fianco)

immagini ...

immagini ...

mercoledì 9 maggio 2012

La Rosa Canina






Da secoli la rosa è apprezzata e cantata per la bellezza del fiore e per la soavità del suo profumo. Già dall’antico Oriente si estraeva dai petali l’olio odoroso che veniva utilizzato per la produzione di profumi e della notissima “acqua di rose”. C’è un detto secondo cui le rose fanno bene alla pelle e all’anima.
La rosa canina è molto conosciuta per la sua efficacia nel rafforzare le difese dell’organismo contro le infezioni e particolarmente contro il comune raffreddore. Si chiama così perché alla sua radice veniva attribuito un effetto antirabbico. Ha avuto un ruolo importante nella fornitura di vitamina C ai bambini britannici durante la seconda guerra mondiale in sostituzione della fonte normale degli agrumi.
La parte erboristicamente più interessante di questa pianta è costituita da falsi frutti, la cui parte interna ha le proverbiali proprietà pruriginose, mentre quella esterna ha un elevato interesse alimentare e dietetico. Proprietà astringenti, antinfiammatorie e protettrici vasali caratteristiche dei polifenoli in essi contenuti.

Proprietà benefiche:


- Vitaminizzante: i piccoli frutti della rosa risultano essere le “sorgenti naturali” più concentrate di vitamina C, presente in quantità fino a 50-100 volte superiore rispetto agli agrumi tradizionali (arance e limoni) e per questo in grado di contribuire al rafforzamento delle difese naturali dell’organismo. I bioflavonoidi, presenti nelle polpa e nella buccia di numerosi frutti, esercitano un’azione sinergica alla vitamina C, favorendone l’assorbimento da parte dell’organismo.
- Antiallergenica: E’ di stimolo alle difese immunitarie, a livello respiratorio in modo particolare del biotipo allergico. In questi soggetti, il macerato idroetanolglicerico di rosa canina ripristina la capacità a dare risposte immunitarie positive. E’ un rimedio importante soprattutto nella prevenzione delle allergie respiratorie.
- Diuretica: stimola l’eliminazione delle tossine tramite l’urina senza irritare i reni. Raccomandata anche per infiammazioni dei reni o della vescica. Eliminando le accumulazioni di acido urico, aiuta anche la gotta e i reumatismi.
- Astringente: grazie alla presenza di tannini, sostanze che hanno proprietà astringenti, risulta efficace nella cura delle diarree.
Tendenze alle emorragie, nefriti, mestruazioni troppo abbondanti, diarree, catarri intestinali, sudorazioni eccessive, mastiti, congiuntiviti, e ogni affezione legata alla fragilità dei tessuti. Si presta come cura preventiva dell’apparato oro-faringeo e problematiche invernali.



Curiosità :


Si chiama canina, perché le sue bacche venivano usate un tempo per curare la rabbia

In breve ....

Perché la rosa canina si chiama così?

La rosa canina, detta anche rosa selvatica o rosa di macchia, deve il suo nome a Plinio il Vecchio, autore del I secolo dopo Cristo, noto in particolare per la Historia Naturalis, un compendio di tutto il sapere della sua epoca. Plinio il Vecchio vi annotò (Nat. XXV, 17) la credenza diffusa tra gli antichi dell’utilità della rosa canina in ambito medico. Il soldato guarito. In particolare, riportò l’episodio di un soldato romano della guardia pretoriana, curato e guarito dalla rabbia trasmessa dal morso di un cane grazie proprio a un decotto di radici di questa pianta, inviategli dalla madre dopo un sogno premonitore.



7 commenti:

  1. ciao Isa, la rosa sta andando forte nei vari blog e' citatissima, questa canina e' piu' particolare in effetti, grazie per le notizie interessanti, non le conoscevo, come effetto curativo, ciao baci rosa buon pomeriggio finalmente bel tempo.))

    RispondiElimina
  2. E'un bellissimo fiore selvatico, molto semplice ma molto bello, anche se dalle mie parti le rose canine vengono ingenerosamente chiame "grattaculi", forse per le loro tante spine.

    RispondiElimina
  3. Cara, eccoti finalmente!
    Stai bene?
    Un post interessantissimo, non sapevo che l'acqua di rose provenisse da questa pianta!
    E neppure conoscevo la storia del soldato romano guarito dalla rabbia da un decotto di radici della rosa x questo definita "canina"...
    ...sei una fonte di continue risorse informative di cui non potrei più fare a meno neppure se lo volessi (e NON lo voglio, beninteso ^_^ !!!!! )

    Baciottolòni a tutta la tribù, umana e pelosona !

    M@ddy

    RispondiElimina
  4. Ciao Isa,non sapevo che la rosa canina avesse tutte queste proprietà,grazie per le informazioni.Il post precedente è bellissimo,come potremmo fare a meno di quei musetti innocenti,troppo dolci.Una carezza ai tuoi pelosetti e un saluto a te,Letizia.

    RispondiElimina
  5. molto interessante! non sapevo fosse utile per il raffreddore!
    Baci Baci

    RispondiElimina
  6. Un post molto interssante, brava Isa, ciao, buon proseguimento e coccole a gogò ai pelosi!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. La conosco è ricchissima di vitamina C.... Io ho fatto un post sulla calendula. Un bacio.
    Ale

    RispondiElimina